Cos’è un montacarichi per persone disabili

Come migliorare l’accessibilità per le persone disabili dentro e fuori casa

Chi può spostarsi in maniera autonoma quasi non si accorge dei possibili ostacoli che si incontrano ogni giorno: in casa, sul posto di lavoro, nei negozi e durante il tragitto per raggiungere questi luoghi.

Salire qualche gradino o percorrere una rampa a forte pendenza solitamente non rappresenta un problema. Ma se per un attimo guardassimo le cose da un’altra prospettiva, magari da quella di una persona disabile che si muove su una carrozzella, ci accorgeremmo che anche pochi gradini trasformano gli spostamenti di routine in faticose prove da superare.

 Lo Stato ha emanato molte leggi per il superamento delle barriere architettoniche, come la Legge 104, la Legge 13/1989 e il relativo Decreto, che assicurano alle persone con disabilità il diritto di muoversi liberamente e senza ostacoli nella propria casa, al lavoro e negli edifici pubblici. 

Ascensori, miniascensori, montascale a pedana, sollevatori, montacarichi, montascale a poltroncina sono alcune soluzioni che garantiscono alle persone disabili di muorversi all’interno di un un edificio con più piani e sprovvisto di ascensore.

Quando scegliere un montacarichi

Installare un montacarichi permette alle persone disabili su sedia a rotelle di spostarsi tra più piani quando non è possibile installare un ascensore o non si vuole ingombrare lo spazio delle scale con un montascale.

Cos’è e come funziona un montacarichi per persone disabili

Il montacarichi è una piattaforma elevatrice pensata appositamente per il trasporto di persone disabili su sedia a rotelle. Funziona a “uomo presente”: il movimento è gestito dalla persona che si trova a bordo del montacarichi.

Non essendoci alcun dislivello, la persona disabile sulla sedia a rotelle può salire facilmente sulla piattaforma e spostarsi tra un piano e l’altro della propria casa, dell’ufficio o di un luogo pubblico.

È possibile richiedere all’installatore il vano chiuso se il dislivello in altezza da coprire è di molti metri. Se invece sono previste solo un paio di fermate, il vano non è necessario.

Il montacarichi può essere installato sia in abitazioni private sia in spazi pubblici. Ne esistono diversi tipi.

La piattaforma elevatrice Dinamico di KONE Motus, ad esempio, funziona con una trazione elettrica a vite ed è collegata alla corrente elettrica, senza il bisogno di una centralina esterna. Il gruppo di trazione è integrato nella piattaforma.

Dinamico occupa pochissimo spazio e spesso non servono opere murarie per l’installazione. Basta togliere una mattonella o creare un avvallamento di 50 mm nel pavimento. È adatto a spazi stretti tipici degli edifici storici, ammezzati e mansarde e si muove in modo fluido e costante.

La differenza tra un montacarichi e un montascale a pedana

Sebbene i l montacarichi svolga la stessa funzione del montascale a pedana, a volte è preferibile perché:

  • non ingombra lo spazio della scala 
  • occupa meno spazio dell’ascensore
  • a seconda del modello, può trasportare più di due persone alla volta. 

Tutti questi vantaggi fanno la differenza in termini di comfort per le persone disabili su sedia a rotelle durante il percorso di salita e discesa.

I requisiti di un montacarichi per persone disabili

Il montacarichi ha un funzionamento simile a quello degli ascensori. Ciò nonostante gli ascensori seguono la normativa EN 81-41. Per i montacarichi invece si fa riferimento alla Direttiva Macchine 2006/42/CE che detta le regole per il trasporto in sicurezza di persone disabili su sedia a ruote:

  • nella cabina la persona disabile deve potersi muovere e girare comodamente
  • lo spazio di fermata davanti alla cabina deve permettere le manovre della sedia a rotelle
  • non deve esserci dislivello tra la fermata al piano e il pianerottolo
  • le porte ad apertura automatica devono permettere il passaggio della sedia a rotelle
  • dev’esserci un meccanismo di sicurezza che blocca la chiusura se qualcosa ostruisce la porta o c’è un’emergenza
  • la velocità di apertura e chiusura delle porte deve garantire il passaggio comodo e sicuro della persona disabile
  • i comandi, le maniglie e il corrimano devono essere a un’altezza facile da raggiungere per chi si trova seduto
  • i comandi devono essere anche in Braille per i non vedenti
  • il pulsante di emergenza che si trova nella cabina dev’essere facile da raggiungere e segnalato da allarme con luci e suoni.

Un montacarichi migliora la qualità della vita delle persone disabili

Come abbiamo visto, una piccola modifica ad un edificio può migliorare moltissimo la vita delle persone disabili che si muovono su una sedia a rotelle.

Il montacarichi rende accessibili anche alle persone disabili tutti i luoghi della vita quotidiana e facilita il superamento delle scale per arrivare al proprio appartamento in condominio, raggiungere il piano dell’ufficio e spostarsi all’interno di negozi e ristoranti.